CON LA ŠKODA FABIA R5 AL “33° RALLY DELLA VALDINIEVOLE”

Si scaldano i motori per la gara in programma nel fine settimana che vedrà il Team Race Art Technology / ŠKODA Swiss Motorsport di scena al “33° Rally della Valdinievole” con la vettura Škoda Fabia R5 e il pilota toscano Luca Artino. Si rinnova l’appuntamento con la gara “di casa”, valida per il Campionato Regionale ACI Sport Toscana-Umbria 2017, avente centro nevralgico nei comuni pistoiesi di Larciano – Lamporecchio.
Dopo la vittoria al “40° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio” nel mese di marzo, ancora sub-judice a seguito di una penalità inflitta a fine evento, Luca Artino, sempre affiancato dal suo copilota Andrea Gabelloni, cerca il terzo successo consecutivo nella gara piu’ emozionante e sentita della stagione, disputata proprio tra le sue strade.
Il teatro della sfida è rappresentato da poco piu’ di 80 chilometri, con otto prove speciali da ripetersi due volte, equamente divise nelle due giornate di gara. Si comincia il sabato mattina con le verifiche sportive e tecniche per dare spazio allo shakedown, il test con le vetture che si svolgerà su un tratto della PS 1- 3. Il rally scatterà poi nel pomeriggio alle ore 16.30 dalla piazza principale di Larciano e aprirà le danze la prova cittadina di 6,730 km seguita dalla speciale nel cuore di Lamporecchio allungata rispetto alla passata edizione (10,150 km). Queste due prove verranno ripetute in serata dopo il riordino nella città del “brigidino”. La domenica verranno disputate le due prove “must” del “Valdinievole”: “Buggiano” (8,950 km) e “Stiappa” la piu’ lunga (14,190 km) sempre ripetute due volte, intervallate dal riordino a Marliana. Arrivo previsto dalle ore 16.11 a Larciano con premiazione sul palco.

“Puntiamo al tris di successi – commenta Luca Artino – “ma non sarà un compito facile, ci aspettiamo vita dura, in una gara che sarà decisamente “calda”. Avversari di valore e vetture di alto livello sono pronti a darci battaglia, ma sarà lo stesso che faremo noi con loro. Siamo belli carichi, abbiamo tutto quanto a disposizione per fare bene, ci sarà da divertirsi e far divertire!”.